Mafalde con patate, pancetta e provola

657
Pubblicato il 9 Marzo 2015 da Youfolklore

Per cucinare le Mafalde con patate, pancetta e provola affumicata di Pollena “alla Petrosino” per 4 persone servono:

– 200 grammi di mafalde
– 4 patate medie
– 1 cucchiaio di strutto
– 120 grammi di pancetta steccata a dadini
– 200 grammi di provoletta di pollena tagliata a strisce
– 1 cipollotto fresco
– 1 cuoricino di sedano (la parte bianca)
– 8 foglie di basilico fresco
– 4 cucchiai di parmigiano (o pecorino per una maggiore sapidità) grattugiato
– pepe nero macinato di fresco
– 2 cucchiai di olio d’oliva extravergine

per guarnire:
8 pomodorini dell’Epomeo tagliati a metà con zucchero di canna e pangrattato

Esecuzione
La ricetta è molto veloce. Tagliate le patate a dadini piccoli, più piccoli sono i dadini più veloce sarà la cottura. Mettete i dadini di patata in acqua fredda con un po’ di sale grosso e portate lentamente ad ebollizione. Appena l’acqua bolle estraete le patate e tuffatele in una padellona nella quale avrete fatto rosolare in due cucchiai d’olio EVO e 1 cucchiaio di strutto la pancetta a dadini, il cipollotto fresco tritato, il cuoricino di sedano (pochissimo) tritato. Fate cuocere per il tempo di cottura delle mafalde (11 minuti). Nella stessa acqua di cottura delle patate tuffate le mafalde fino a cottura al dente. In una terrina contenete il formaggio grattugiato e pepe mettete le mafalde scolate. Lasciatele amalgamare un po’ mescolando (il pepe e il parmigiano avvolgeranno le mafalde). Ora prendete il contenuto di questa terrina (mafalde, formaggio grattugiato e pepe) e versatelo nella padellona con un paio di mestoli di acqua di cottura ricca di amido.
Unite la provola tagliate a striscioline lunghe come mezze mafalde. Appena la provola fila fermatevi e impiattate.

Consigli
Il piatto essenziale alla Petrosino non prevede il pomodoro, la sugna e il sedano. Se vi piace sentire anche il gusto del pomodoro Servite aggiungendo a lato o sopra (nel piatto) 8 pomodorini saltati in padella con un filo d’olio, sale, un po’ di zucchero di canna e del pangrattato.

© Tutti@tavola con Mimmo

Categoria Tag

Nessun commento

Aggiungi un commento

Your email address will not be published.

*